News Camini Bioetanolo

 
Autore:
Impresa De Santis Saverio

Il camino ecologico alimentato a bioetanolo è una valida alternativa ai camini tradizionali per scaldare gli ambienti della casa, senza produrre fumi nocivi e nel pieno rispetto dell’ambiente.

Oltre a rispettare la salute dell’ecosistema, poi, i caminetti ecologici presentano spesso forme e design eleganti ed accattivanti, capaci di impreziosire gli ambienti della casa in cui verranno collocati.

Funzionamento del camino a bioetanolo

Il meccanismo che mette in funzione i caminetti a bioetanolo è molto semplice.
Innanzitutto, la loro alimentazione è costituita da una fonte completamente ecologica e rinnovabile, il bioetanolo appunto.
Questa sostanza, che fondamentalmente è alcool etilico biologico, viene ricavata facendo fermentarebiomasse vegetali ad alto contenuto zuccherino, come ad esempio maisorzo e barbabietole da zucchero

Oltre a colture appositamente dedicate, spesso vengono utilizzate biomasse di scartoprovenienti dall’industria agroalimentare, dalle produzioni industriali o agricole oppure dalla parte organica dei rifiuti urbani solidi.

Vantaggi del camino a bioetanolo


vantaggi che derivano dall’utilizzo di un camino a bioetanolo sono molteplici.
Primo  fra tutti, è da segnalare ovviamente il rispetto della salute ambientale.
Il bioetanolo è infatti un combustibile del tutto biodegradabile che non contiene zolfo e di conseguenza le emissioni di monossido di carbonio e di anidride carbonica sono estremamente basse, evitando così danni sia all’ambiente che alla salute delle persone presenti in casa. 

noltre il combustibile bruciando non produce fumi che potrebbero risultare fastidiosi e creare cattivi odori all’interno dell’abitazione. Questo aspetto è importante anche perché, in assenza di fumo, non è necessaria la presenza della canna fumaria e si evitano lunghe ed impegnative opere di costruzione muraria.

Anche l’installazione stessa del camino, del resto, non è affatto problematica, in quanto non prevede l’allaccio alla rete elettrica o all’impianto del gas.
Di conseguenza, il camino può essere collocato in qualsiasi punto della casa, a seconda delle esigenze individuali. 

L’utilizzo del bioetanolo è inoltre molto pratico, dal momento che, essendo in forma liquida, può essere contenuto e trasportato in comode bottiglie o taniche e soprattutto non occupa molto spazio all’interno della casa, come avviene invece di solito con la legna.
L’impiego del bioetanolo poi non comporta la produzione di ceneri all’interno del camino e questo fa sì che la manutenzione e la pulizia dello stesso siano estremamente semplici e poco impegnative.

Come già accennato, in assenza di fumi da espellere all’esterno, il calore prodotto rimane del tutto all’interno della casa per cui un ambiente non troppo grande, con una superficie tra i quaranta ed i cinquanta metri quadrati, può essere riscaldata in modo efficiente entro breve tempo, con un incremento di circa dieci gradi centigradi ogni ora.
Numerosi sono poi i vantaggi dal punto di vista estetico offerti dal camino a bioetanolo.